Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali)

Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali) Il prezzo della conoscenza è la responsabilità di condividere (Anonimo)

mercoledì 13 ottobre 2010

Pubblicazione del Disclosure Project Briefing Document



Segnalato da Canero

Nel 2001, un gruppo di ex militari, ex appartenenti ai servizi di intelligence e scienziati che hanno lavorato per la NASA si riunirono a Washington D.C., sotto la supervisione di Steven Greer. Era il cosiddetto "Disclosure Group", che aveva un compito ambizioso: quello di incominciare ad informare, con dati e testimonianze di prima mano, l'opinione pubblica sulla realtà del fenomeno UFO e le ipotetiche intelligenze extraterrestri che c'erano dietro. E poneva l'accento sulle tecnologia pulite e a costo zero che potevano fornire "i dischi volanti", essenziali per salvare il pianeta dalla catastrofe ambientale, apparentemente senza soluzione. Tutto fu condensato in un documento di 480 pagine in lingua inglese e che ora grazie a Danilo Iosz, blogger del sito discolosureprojectufo (link nei nostri siti amici) possiamo goderci in ligua Italiana, dopo alcuni anni di duro lavoro. Ringraziamo Danilo per averci fornito tramite Email il materiale e questo bellissimo documento da far conoscere a tutti i nostri utenti.

I complimenti da tutto lo staff del Centro Ufologico Ionico per questo stupendo lavoro.

Articolo scritto da Walter Conidi

Sotto l'annuncio nel suo blog ufficiale:

E' con grande piacere che vi annuncio la pubblicazione in italiano del famoso documento relativo al DISCLOSURE PROJECT, il programma statunitense ideato dal Dott. Steven Greer, volto alla divulgazione mondiale del problema UFO/ET. Mi preme ringraziare anticipatamente coloro che hanno reso possibile questo mio lavoro: sto parlando della giornalista/ufologa italo americana Paola Leopizzi Harris e dell'amica, nonchè ricercatrice e giornalista, Lavinia Pallotta, attuale direttore editoriale della rivista mensile XTIMES, senza le quali oggi non sarei qui a scrivere su questo blog. Oltre ai miei diretti collaboratori che ringrazio infinitamente e che elenco nella prefazione del documento qui pubblicato, voglio rendere sicuramente omaggio al coraggio, all'esperienza e alla dedizione di colui che ha ideato il DISCLOSURE PROJECT: mi riferisco al Dott. Steven Greer e a sua moglie Emily. Ed è a loro che dedico questa mia pubblicazione. Grazie e buona lettura.



DISCLOSURE PROJECT BRIEFING DOCUMENT

Nessun commento:

Posta un commento