Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali)

Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali) Il prezzo della conoscenza è la responsabilità di condividere (Anonimo)

sabato 21 gennaio 2012

IL TUO ORTO BIOLOGICO IN 50 MT2


immagini di Fabrizio B
Alfalfa, soia, porro, ravanello, cavolo rosso, azuky, orzo, lenticchie, aglio e mandorle... : sono solo alcuni dei germogli commestibili e soprattutto facili da coltivare in casa nostra.
Ricchi di fibre, aminoacidi, sali minerali e vitamine, i germogli, i legumi e i vegetali
dovrebbero essere parte integrante della nostra quotidiana alimentazione.
Assimilabile ad un orto di 50 metri quadri con l'ingombro di un foglio A4.
Che meraviglia!di Michele R







Cerca il negozio  più vicino a casa tua.
ONLINE www.naturasi.it
A ROMA Sono reperiibili Qui:

ROMA
Via Albergotti, 12 00167 Roma
Tel. 06/6636205
... Fax 06/66017606

ROMA
Via Del Foro Italico, 501 00194 Roma
Tel. 06/8073238
Fax 06/80664490

ROMA
Via Luigi Gaetano Marini, 18 00179 Roma
Tel. 06/7802506
Fax 06/7811725

ROMA
Via Portuense, 540 00149 Roma
Tel. 06/65745352
Fax 06/6530512

ROMA
Via Dell'Arcadia, 71 (EUR - FIERA DI ROMA) 00147 Roma
Tel. 06/5416699
Fax 06/59604543

ROMA
Via Oderisi da Gubbio 66 00146 Roma
Tel. 06 5578692
Fax 06 55307595

ROMA
Via Toscanini, 5 Zona Infernetto-Casal Palocco 00124 Roma
Tel. 06 50918228
Fax 06 50910132

ROMA
via Trionfale 13992 00123 Roma
Tel. 06 30311300
Fax 06 30207212

Roma
Via Filippo Fiorentini 78-86 00159 Roma
Tel. 06 43251297

Roma
Via Bettolo, 44 00195 Roma
Tel. 06 3204977
Fax 06 32504305

Roma
Viale Dell'Oceano Pacifico, 251 00144 Roma
Tel. 06 52272308
Fax 06 52209423





L’Energia Vitale degli Alimenti

Sei stanco di essere stanco? Aiutati con l’Energia degli Alimenti Vivi!

Noi esseri umani siamo esseri vivi, resi tali da quell’energia impalpabile che pervade l’universo intero e che infonde calore e vita a tutte le forme viventi, siano esse animali o vegetali.
Questa energia, questa forza vitale è misurabile in termini vibrazionali. In natura è stato misurato come ogni cosa abbia la sua “vibrazione”. Da quando si parla di materia ed energia grazie ad Albert Einstein, ci sono stati molti studi e ricerche in merito alle radiazioni e alle vibrazioni degli elementi, siano essi minerali, vegetali o animali.
In particolare, un ingegnere elettrico francese, André Simoneton, ha svolto studi ed esperimenti sulle onde vibrazionali emesse dagli esseri umani e dagli alimenti. Possiamo dire che più è alta la vibrazione, maggiore è la vitalità; più è bassa la vibrazione, minore è la vitalità.
In base alle sue ricerche, un corpo umano sano emette delle onde attorno ai 6200/7000 Angstroms ed ha poi classificato i vari alimenti in macrocategorie in base alla loro propria vibrazione.
Egli quindi ha suddiviso gli alimenti in:
  • alimenti superiori o sani, con vibrazioni tra gli 8000 e 10000 Angstroms in su. Fanno parte di questa categoria tutta la frutta fresca matura e non cotta, i relativi succhi fatti in casa e bevuti subito, la verdura cruda e fresca, la frutta oleaginosa e i loro oli essenziali, mandorle, nocciole, noci;
  • alimenti inferiori, con vibrazioni inferiori ai 3000 Angstroms, ovvero carne, salumi, uova non fresche, il latte bollito, caffè, tè, cioccolato, marmellate, formaggi, pane bianco;
  • alimenti morti, con vibrazioni quasi nulle: tutti i cibi conservati e trattati industrialmente, le margarine, la pasticceria industriale, alcool, liquori, zucchero bianco o grezzo.
La conclusione di Simoneton fu quindi che per mantenere il corpo umano in stato di salute, quindi con vibrazioni alte, è necessario alimentarsi il più possibile di cibo vivo e vibrante, evitando il cibo a vibrazioni basse o nulle.




Quella che segue è una preparazione casalinga suggeritami da una Cara Amica ♥:
Dopo aver acquistato i semi per germogli, versiamone   tre cucchiai dentro un piatto fondo. Copriamo completamente i semi con l’acqua a temperatura ambiente, riempiendo quasi interamente il piatto. Copriamo il nostro piatto con un pezzo di tela o garza, che fermeremo poco sotto il bordo del piatto con un elastico forte. Lasciamo i semi in ammollo per circa 12 ore. In questa fase è importante che  i semi restino al buio.Ideale sarebbe che l’ operazione fosse fatta di sera, in questo modo i semi starebbero al buio durante le ore notturne.Trascorse  le 12 ore, vedremo che i semi hanno assorbito l’acqua e iniziano ad aprirsi. Questo sta ad indicare che i semi stanno iniziando a germogliare. A questo punto scoliamo i semi con l’aiuto di uno scolapasta o un colino facendo attenzione che i semi non fuoriescano dai fori. Sciacquiamo con acqua abbondante sia i semi che il piatto. Riversiamo i semi nel fondo del piatto e ricopriamoli con la tela. Rimettiamoli al buio.Ripetiamo il risciacquo per due o tre volte al giorno, per almeno due o tre giorni. È importante che i semi siano umidi per poter germogliare, ma facciamo attenzione che non siano bagnati. Per questo dobbiamo scolarli molto bene: se sono troppo bagnati inizieranno ad ammuffire e dovremo gettarli via.


 Dopo due o tre giorni vedremo che i germogli sono cresciuti. Esponiamoli circa un’ora alla luce del sole. Sciacquiamoli ancora una volta e conserviamoli in frigorifero, dentro una scatola per alimenti. Consumiamo i germogli entro una settimana.

Gustosi e freschi, possono essere consumati in diverse preparazioni: una semplice insalata, a crudo o condita con un filo d’olio di oliva, dentro un tramezzino. I germogli di grano e orzo possono essere usati come ingrediente nella preparazione dell’impasto di pane o facacce.

3 commenti:

  1. Le foto originali non sono mie, ma di Fabrizio Borrello, che ringrazio. Gli indirizzi citati sono di punti vendita Natura Sì (www.naturasi.it) presso i quali sono reperibili sia i germogliatori raffigurati che i semi da far germogliare per poi potersene nutrire.

    RispondiElimina
  2. Una volta acquisito il materiale non è difficile, far germogliare, semplicemente aggiungendo acqua, i semi reperibili presso gli stessi punti vendita. Più che altro si tratta di una scelta alimentare diciamo radicale, secondo la quale mangiare cibi CRUDI è la maniera migliore in assoluto per assorbirne i nutrienti ed apporta un beneficio indubitabile alla salute. :-)) (e sono Buonissimi)

    RispondiElimina
  3. Grazie Michele Grazie di ♥.By LL

    RispondiElimina