Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali)

Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali) Il prezzo della conoscenza è la responsabilità di condividere (Anonimo)

giovedì 22 novembre 2012

SAI LEGGERE IL CODICE A BARRE?

PER CONSUMARE IN MODO CONSAPEVOLE DOBBIAMO SAPER CONOSCERE CIO’ CHE ACQUISTIAMO





Possiamo imparare a leggere tutti gli ingredienti contenuti nei vari articoli, identificando in alcuni casi sostanze che potrebbero essere dannose, ma possiamo anche capirne meglio la provenienza leggendo i codici a barre. Come possiamo imparare a leggerli e interpretarli?Leggendo i codici a barre possiamo capire la provenienza dei vari prodotti, quando siamo al supermercato ed effettuiamo degli acquisti accertiamoci al momento che l’alimento che acquistiamo sia quanto più possibile a minor impatto ambientale e sicuro per la nostra salute. Purtroppo ogni giorno si scopre che alimenti di provenienza indubbia sono stati contaminati, non sono sicuri etc..Molti prodotti negli ultimi tempi provengono dalla Cina e non sono considerati sicuri, nemmeno fra gli alimenti, recentemente invece per ciò che concerne i giocattoli è stato fatto un maxi sequestro per problemi di tossicità. Come possiamo fare a leggere i codici a barre di prodotti alimentari? Spesso non viene indicata la reale provenienza dei prodotti per evitare merci invendute e quindi impariamo noi a leggere i codici.

ES:  quando troviamo le prime 3 cifre del codice a barre che corrisponde a 690, 691 o 692, la provenienza è Made in Cina, mentre se il codice è 471 Made in Taiwan.Se le prime 3 cifre del codice a barre sono 00-09 la provenienza è di origine USA.


RIEPILOGHIAMO IL TUTTO IN UNA SEMPLICE TABELLA...
un pò lunga ma sempre interessante




00-13 Usa e Canada

20-29 Codici interni

30-37 Francia

50 Regno Unito

54 Belgio, Lussemburgo

57 Danimarca

70 Norvegia

73 Svezia

76 Svizzera

789 Brasile

80-83 Italia

84 Spagna

87 Paesi Bassi

90-91 Austria

000-139 USA

200-299 Numerazioni interne

300-379 Francia

380 Bulgaria

383 Slovenia

385 Croazia

387 Bosnia-Erzegovina

389 Montenegro

400-440 Germania

450-459 Giappone (anche: 490-499)

460-469 Federazione Russa

470 Kirghizistan

471 Taiwan

474 Estonia

475 Lettonia

476 Azerbaigian

477 Lituania

478 Uzbekistan

479 Sri Lanka

480 Filippine

481 Bielorussia

482 Ucraina

484 Moldavia

485 Armenia

486 Georgia

487 Kazakistan

489 Hong Kong

490-499 Giappone (anche: 450-459)

500-509 Gran Bretagna

520 Grecia

528 Libano

529 Cipro

530 Albania

531 Macedonia

535 Malta

539 Irlanda

540-549 Belgio e Lussemburgo

560 Portogallo

569 Islanda

570-579 Danimarca

590 Polonia

594 Romania

599 Ungheria

600-601 Sudafrica

603 Ghana

604 Senegalia

608 Bahrein

609 Isola di Mauritius

611 Marocco

613 Algeria

615 Nigeria

616 Kenia

618 Costa d'Avorio

619 Tunisia

621 Siria

622 Egitto

624 Libia

625 Cisgiordiania

626 Iran

627 Kuwait

628 Arabia Saudita

629 Emirati Arabi Uniti

690–695 Cina

729 Israele

730-739 Svezia

740 Guatemala

741 El Salvador

742 Honduras

743 Nicaragua

744 Costa Rica

745 Panama

746 Repubblica Dominicana

750 Messico

754-755 Canada

759 Venezuela

770 Colombia

773 Uruguay

775 Peru

777 Bolivia

779 Argentina

780 Cile

784 Paraguay

786 Ecuador

800-839 Italia

840-849 Spagna

850 Cuba

858 Repubblica Slovacca

859 Repubblica Ceca

860 Serbia

865 Mongolia

867 Corea del Nord

869 Turchia

880 Corea del Sud

884 Cambogia

885 Thailandia

888 Singapore

890 India

893 Vietnam

899 Indonesia

900-919 Austria

930-939 Australia

940-949 Nuova Zelanda

955 Malesia

958 Macao
Tratto da – http://ambientebio.it/

Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org/

Nessun commento:

Posta un commento