Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali)

Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali) Il prezzo della conoscenza è la responsabilità di condividere (Anonimo)

giovedì 14 febbraio 2013

BUON SAN VALENTINO






Prima di condividere con voi la storia che è collegata al Santo del 14 FEBBRAIO, vorrei soffermarmi un istante e  fare una considerazione.
E' evidente che il consumismo si è impossessato della festa per speculare, ma è anche vero che per noi passionali, affettuosi, malati di sentimento, si presenta  un opportunità in più per liberare le nostre energie creatrici, partecipando ad  un evento, dove la qualità, il pensiero che viene dal cuore facciano da  prottagonisti.
Ognuno a modo suo, con le proprie risorse, può dedicarsi alla cura di se stesso e del suo prossimo.
Fosse questo un animale, una pianta, una persona, l' importante è che sia una giornata di gioia.
Quindi, dedico questo post a tutti coloro che celebreranno l'Amore Romantico tutto l'anno, ma che  in questo giorno, sono in grado di  approfittarne per festeggiare, così da aumentare le buone energie per farle esplodere nel mondo.
By ♥ Luisluce



La tradizione del passato:

Il tentativo della Chiesa cattolica di porre termine ad un popolare rito pagano per la fertilità, è all'origine di questa festa degli innamorati.

Fin dal quarto secolo A. C. i romani pagani rendevano omaggio al Dio Lupercus, con un singolare rito annuale celebrato al Palatino.
Per esattezza il rito veniva ufficiato il 15 FEBBRAIO, in onore di LUPERCUS FANAUS, sposo e fratello di Fauna, per propiziare il risveglio delle forze primaverili assopite dall'inverno.

I nomi delle donne e degli uomini che adoravano questo Dio venivano messi in un urna e opportunamente mescolati.
Quindi un bambino sceglieva a caso alcune coppie che per un intero anno avrebbero vissuto in intimità affinché il rito della fertilità fosse concluso.
L'anno successivo sarebbe poi ricominciato nuovamente con altre coppie.

Determinati a metter fine a questa primordiale vecchia pratica, i padri precursori della Chiesa hanno cercato un santo degli innamorati per sostituire il deleterio Lupercus.

Così trovarono in Valentino, un candidato ideale.

La Tradizione del presente:
 
Il Vescovo Valentino di Interamna, oggi l'attuale città di Terni, era amico dei giovani amanti, fu invitato dall'imperatore pazzo Claudio II e questi tentò di persuaderlo ad interrompere questa strana iniziativa e di convertirsi nuovamente al paganesimo.
San Valentino, con dignità, rifiutò di rinunciare alla sua Fede e, imprudentemente, tentò di convertire Claudio II al Cristianesimo.
Il 24 febbraio, 270  DC, il Vescovo Valentino fu lapidato e poi decapitato.

La storia inoltre sostiene che mentre Valentino era in prigione in attesa dell'esecuzione, cadde alle lusinghe amorose della figlia cieca del guardiano, Asterius.
Si racconta che grazie alla sua fede e la conversione al  cristianesimo, ella riconquistò miracolosamente la vista.

Si dice che Valentino le scrisse un messaggio di addio firmandolo con la frase d'addio: "dal vostro Valentino,.".
Questa frase visse lungamente nel pensiero collettivo e risuonò a lungo anche dopo la sua morte.
Per questo miracolo e per la frase che a quei tempi era molto inusuale gli venne attribuita la Santità e l'appellativo di Santo protettore degli Innamorati.

By * LuisLuce 

Nessun commento:

Posta un commento