Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali)

Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali) Il prezzo della conoscenza è la responsabilità di condividere (Anonimo)

domenica 31 marzo 2013

I RIFERIMENTI DI GESU CRISTO IN CHIAVE UFOLOGICA






8,23 = Voi siete di quaggiù, io sono di lassù, voi siete di questo mondo, io non sono di questo mondo

14,2 = Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore. Se così non fosse, ve l’avrei detto. Vado a prepararvi un posto

14,3 = E quando sarò andato, e vi avrò preparato un posto, verrò di nuovo a voi e prenderò con me, affinché siate anche voi dove s...ono io.


 Queste frasi ad una semplice occhiata non ci dicono niente di che ma se le andiamo a leggere in chiave ufologica potremmo dare a certi termini un significato ben diverso.
Iniziamo dalle parole “lassù”, “quaggiù” e “mondo”.
Gesù senza dubbio alludeva al regno dei cieli in quanto i cieli sono in alto e li secondo la religione cristiana c’è il regno di Dio. Proviamo però a trasformare le parole “quaggiù” in “terra”, “lassù” in “universo” o “spazio” e “mondo” in “pianeta”.

 In base a ciò la frase del vangelo verrebbe riscritta nel seguente modo

 8,23 = Voi siete della terra, io sono dello spazio, voi siete di questo pianeta, io non sono di questo pianeta.

 Passiamo alla seconda frase nella quale due parole possono essere trasformate in parole con riferimenti ufologici. le parole “casa”, “dimore” e “posto” possono essere trasformate in “astronave”, “stanze” e “letto”.
 
L’ultima parola l’ho chiamata “letto” di proposito in quanto quando si prepara una stanza ad un ospite uno degli elementi essenziali è proprio un buon letto.
 
Di conseguenza la frase va letta nel modo seguente:
14,2 = Nell’astronave del Padre mio vi sono molte stanze. Se così non fosse, ve l’avrei detto. Vado a prepararvi un letto

 Passiamo ora all’ultima frase la quale va interpretata nel seguente modo:
14,3 = E quando sarò andato nell’astronave, e vi avrò preparato un letto(o una stanza), verrò di nuovo da voi e vi porterò con me, affinché siate anche voi dove sono io.

Quindi queste tre frasi lette in chiave ufologica ci dicono che Gesù non solo afferma di non essere un terrestre, afferma che suo padre possiede un veicolo spaziale e invita delle persone sul suo mezzo di trasporto preparando delle stanze dove i suoi ospiti alloggeranno.


Ed ora passiamo alla resurrezione di Gesù.
Essa ovviamente è legata alla morte tramite crocifissione ma tale evento è privo di fenomeni ufologici anzi al momento non ne sono stati trovati.
Al contrario di ciò la resurrezione mostra notevoli aspetti ufologici.
È possibile che la resurrezione sia avvenuta per opera di un disco volante dotato di una tecnologia sconosciuta in grado di riportare in vita una persona ?
E cosa dire dei due angeli visti da Maria nel posto in cui era stato posto il corpo di Gesù Cristo ?

11 Maria invece stava all’esterno vicino al sepolcro e piangeva.
Mentre piangeva, si chinò verso il sepolcro 12 e vide due angeli in bianche vesti, seduto l’uno dalla parte del capo e l’altro dei piedi, dove era stato posto il corpo di Gesù.
13 Ed essi le dissero: «Donna, perché piangi?» (Giovanni 20,11).

Secondo alcuni studiosi di ufologia e religione gli angeli della Bibbia potrebbero essere alieni.
Per essere più precisi gli angeli vengono classificati nella razza Beta.

Quindi esaminando anche la resurrezione di Gesù in chiave ufologica possiamo ipotizzare che Gesù sia stato riportato in vita dalla sua razza aliena dotata di una tecnologia in grado riportare in vita una persona.
Oltre a ciò due possibili alieni erano di guardia al suo sepolcro quando egli tornò in vita.
Per il momento sono questi gli elementi che ho esaminato e sono giunto alla seguente conclusione:
Se i fatti narrati nella Bibbia e negli apocrifi sono realmente avvenuti esiste una buona possibilità che si tratti di fatti ufologici i quali indicano Gesù Cristo più come ibrido alieno che come essere divino.

 
 
 
Tratto dalla Pagina FB di FaiTh HoPe LoVe


 

Nessun commento:

Posta un commento