Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali)

Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali) Il prezzo della conoscenza è la responsabilità di condividere (Anonimo)

domenica 31 marzo 2013

L'UOMO UN ESPERIMENTO GENETICO?

0

Tutti i testi sumerici affermano che gli dei crearono l’uomo perché questi facesse il loro lavoro. Con parole attribuite a Marduk l’Epica della creazione così spiega la decisione

Io produrrò un umile primitivo;
“Uomo” sarà il suo nome.
Creerò un lavoratore primitivo
egli avrà in carico il lavoro degli dei,
affinchè essi non si stanchino.

Sumeri.jpgI termini stessi con i quali i Sumeri e gli Accadi chiamavano l’ ”Uomo” mettono in evidenza la sua condizione e la sua funzione:
Egli era un lulu (“primitivo”), un lulu amelu (“lavoratore primitivo”), un avilum (“faticatore”).
Che l’uomo fosse stato creato per essere un servitore degli dèi non stupiva affato i popoli antichi.
In epoca biblica infatti, la divinità ara infatti “Signore”, “Sovrano”, “Re”, “Maestro” .
Anche il termine che viene comunemente tradotto con “adorazione” significava in realtà “lavoro” (avod) :
Perciò l’uomo antico, l’uomo biblico, non “adorava” il suo dio, ma lavorava per lui.
[….] I Nefilim non crearono i mammiferi o i primati o gli ominidi.
“L’Adamo” della Bibbia non è il genere Homo in quanto tale, ma l’essere che rappresenta il nostro diretto progenitore, il primo Homo Sapiens.
E’ l’uomo moderno, come noi lo conosciamo, ad essere stato creato dai Nefilim.
La chiave per capire questo fatto cruciale sta nel racconto di Enki, che viene svegliato nel cuore della notte con la notizia che gli dèi avevano deciso di dar forma ad un adamu , e che affidavano a lui il compito di trovare i mezzi. Egli rispose:

“ La creatura di cui avete pronunciato il nome, esiste già”

E aggiunse “Legatele sopra” -sulla creature che già esiste- “ L’immagine degli dèi”
sumeri1.jpgEcco, dunque, la risposta all’enigma:
I Nefilim non hanno “creato” l’uomo dal nulla; hanno preso invece una creatura già esistente e l’hanno un po’ cambiata “. legandole addosso l’immagine degli dèi” .
L’uomo è il prodotto dell’evoluzione, ma l’ uomo moderno, Homo sapiens è il prodotto degli “dèi”. 
Infatti circa 300.000 anni fa, i Nefilim presero l’uomo scimmia (Homo erectus) e gli “impressero” la loro immagine e somiglianza......
 
 
(Zecharia Sitchin – IL PIANETA DEGLI DEI)

Nessun commento:

Posta un commento